Racconti di un viaggio a Creta: la romantica città di Chanià





Quando siamo atterrati a Chanià (Hanià), non potevo credere ai miei occhi. E' senza dubbio la città più suggestiva di Creta: percorsa da caratteristiche viuzze, ha un affascinante quartiere veneziano che si affaccia sul mare con un porto, che verso sera, incornicia un tramonto mozzafiato. L’atmosfera è intrisa di storia nella città vecchia, dove i vicoli labirintici creati dai veneziani sono dominati da imponenti chiese ortodosse, che quasi stonano con le piccole e graziose chiesette in miniatura che si possono scorgere in tutta la città, anche nei luoghi più sperduti dell'isola. A Nord il Faro veneziano, che si erge all'ingresso del porto e ad est la Moschea dei Giannizzeri, entrambi meravigliosamente illuminati di notte. Emozionante, a San Lorenzo, guardare le stelle cadenti a cavalcioni sul muro che porta al faro: la zona infatti è circondata dal mare ed essendo totalmente al buio, si può osservare un cielo  meraviglioso pieno di stelle.

Il primo giorno abbiamo subito visitato la spiaggia cittadina di Neo Chora e, lo devo ammettere, non mi sarei mai aspettata una spiaggia del genere a pochi passi dal centro. Vicino alle taverne, una sottile lingua di sabbia corre per tutta la costa. In parte spiaggia libera, in parte attrezzata: con 5€ prenotavi per tutto il giorno due lettini con l’ombrellone, wi-fi, frutta fresca e la signorina che con la scopettina ci toglieva la sabbia dalla sdraio. Super attrezzata (docce e bagni pulitissimi e accessibili anche a chi è della spiaggia libera), Neo Chora è l’ideale per riposarsi e godersi un po’ di relax tra un’escursione ed un’altra. I bambini che frequentano la spiaggia poi sono cretesi e sono molto educati e tranquilli, non fanno quasi notare la loro presenza se non fosse per l’unico ambulante che la mattina presto passa con le ciambelle appena sfornate (per la cronaca anche io ho urlato  “Ne voglio unaaaaa” ndr).

Per smaltire le numerose calorie ingerite (la cucina greca è fin troppo buona), la sera conviene fare un giro per le vie interne della città per scoprire i luoghi più caratteristici. Salendo per le viuzze minuscole e passando tra le numerose taverne con i tavoli su strada, si scoprono botteghe, negozi e locali caratteristici che non trovano posto nella zona più caotica del porto. Il Sali-Scendi tra le vie sconosciute ci ha fatto perdere, ma trovare il vero volto dell’isola, fatto di amici che si incontrano per mangiare insieme ad una grande tavolata in mezzo alla strada, mangiando e bevendo noncuranti dei passanti. Ospiti sempre presenti sull'isola sono i gatti, se si guarda attentamente sono ovunque: tra i banchi del pesce al mercato, tra i tavoli delle taverne o che dormono pacificamente sui gradini. All'Agorà, il mercato coperto a forma di croce, potrete trovarli che elemosinano qualche assaggino e non sono i soli ad ottenerlo. Anche io curiosando tra un banco e l’altro ho fatto amicizia con alcune signore cretesi che mi hanno fatto assaggiare i prodotti locali. Dal buonissimo Olio Extra Vergine di Hanià, a dei particolari grissini alle erbe, per finire con delle arachidi immerse nel miele e cosparse di semi di sesamo (una droga, ve lo assicuro). Parlando di cibo, dovete provare le patatine alle noccioline ed arachidi (una goduriaa)... ma della cucina cretese ve ne parlerò nel prossimo post ...





Costume: HM


















Accessori: Scacco alle Regine
Vestito: trovato al mercato
Sandali: Alesya
Orologio: Laurens




















































 




























Photo Credits © Elisabetta Balsamo


FOLLOW ME ON TWITTER and FACEBOOK  

Commenti

Marta Ucler ha detto…
I love all your photos! I think all the places are very beautiful!!
With love, Mart afrom www.yournegativity.blogspot.com
Elisabetta Balsamo ha detto…
Thank you very much Marta!

Post più popolari