Milano snobba Elena Mirò
























Ogni 100 italiane, 35 vestono una taglia over 48. Un nutrito esercito con curve e forme che, insieme alla sottoscritta hanno storto il naso di fronte alla decisione di escludere dal calendario ufficiale della settimana della moda milanese di settembre il marchio Elena Mirò, dedicato alle donne morbide. Questo non è certo un buon segnale, negli ultimi anni pareva che il mondo della moda avesse sviluppato una certa attenzione per le donne vere, la loro vita, le loro esigenze.


Si è parlato tanto della campagna contro l'anoressia negli anni passati, ma a quanto pare le parole non si sono trasformate in fatti concreti, anzi. Purtroppo la moda sta scivolando lontana anni luce dalla realtà. Ma dove vivono gli stilisti, in un pianeta remoto, popolato da acciughe? Facile vestire una bella ragazza alta e magra...senza difetti. Vorrei sfidare questi grandi stilisti a vestire delle donne vere con le forme, invece di scheletrici manichini.



Elena Mirò continuerà comunque a proporci la sua moda così vicina a noi donne - comuni mortali con un filo di pancetta - scegliendo di sfilare fuori calendario comunque nel primo giorno delle sfilate di Milano il 22 settembre. Perchè la sua missione e la sua filosofia per fortuna continua, nonostante la Camera della Moda l'abbia esclusa dalla kermesse fashion.

Commenti

Des ha detto…
Decisamente un bell'articolo, questo. =)
Scacco alle Regine ha detto…
Ci sarebbe proprio da discutere su quest esclusione.. soprattutto se poi si va da Bershka e si trovano le magliette con gli scheletri e la scritta LOVE MY BONES !
Terrificante!!!
Hito ha detto…
grazie mille Des era da un po' che volevo scrivere qualcosa a riguardo...
@Gloria: hai ragione! quando ho visto quella maglietta mi sono venuti i brividi. Le ragazzine che sono molto sensibili e con un carattere ancora in formazione rischiano di mettere in pericolo la loro salute per scimmiottare le modelle che si vedono in copertina. Va bene essere magri in modo sano, ma io sono una grande sostenitrice della ciccia, poca ma buona :)sarà colpa del mio fidanzato che mi dice sempre "se vuoi metterti a dieta fai pure...ma non perdere la bella carne che hai addosso se no poi io cosa tocco?" eheh
Elenyta Diva ha detto…
Sono proprio d'accordo con te!
Meglio poca ciccia buona !!!
Stupenda la tua frase: "Vorrei sfidare questi grandi stilisti a vestire delle donne vere con le forme, invece di scheletrici manichini."
Pienamente d'accordo!
E poi trovo che le donne di Elena Mirò siano tremendamente belle!
Hanno dei visi che dovrebbero far morire d'invidia anche le più celebri top model!
Complimenti per il post!
Io ne ho uno nuovo se t interessa^^
Bacio,

http://elenytabrokenrose.blogspot.com/
Anonimo ha detto…
E' verissimo quanto dici.
Io lo trovo scandaloso, ma alla fine cosa possiamo aspettarci da questi mostri sacri della moda?
Prima che Prada o Chanel mandino in passerella un ragazza con ANCHE SOLO una 42 dovranno passare anni e, secondo me, altre morti di giovani donne/Uomini per disturbi alimentari.
Magari si faranno furbi, prima o poi.

S.
Hito ha detto…
@ Elenyta Diva: hai ragione, le modelle di Elena Mirò sono davvero belle, hanno dei visi stupendi...non capisco perchè debbano essere escluse semplicemente perchè a questa settimana della moda ci deve essere il top del top: l'èlite insomma! Perchè Milano si deve presentare al meglio, certo e poi abbiamo la metro allagata e fuori uso.

@Stern: Io mi ero vagamente illusa quando avevano cominciato a parlare di modelle meno magre, che sotto una certa taglia-peso non le avrebbero prese. Quanto è durato questo trend? una stagione? Mha per fortuna c'è ancora elena mirò :D a tenere alto l'orgoglio di noi donne.

Post più popolari